Giovanni Usai: “Il mio stile? Irriverente, malinconico e penetrante”

il

Oggi vi presentiamo un cantante, Giovanni Usai, ha iniziato ad appassionarsi a quest’arte già da bambino.

Da quanto tempo ti occupi di musica? 

Da quando avevo 11 anni ero all’Isola di La Maddalena.

Quale è stata la spinta che ha fatto sì che iniziassi a creare musica?

Sicuramente l’amore.. il  bisogno di esorcizzare le emozioni.

Raccontaci del tuo ultimo progetto discografico

Un parto lungo, doloroso ma le bambine che sono nate mi danno la sensazione  che sono esattamente l’espressione di ciò che volevamo.

Spiega con 3 aggettivi il tuo stile musicale.

Irriverente, malinconico e penetrante.

In quale stato di salute riversa oggi la musica italiana a tuo parere?

Intubata… in rianimazione. La musica c’è, manca l’interesse per far crescere la nuova musica ma ci sono degli angeli.

Cos’è per te… (citando il nostro sito)… “Uno spettacolo nel cassetto”?

Sarebbe andare a Sanremo. Lì piangerei oppure farei una pernacchia a un po’ di gente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...