Sentinelli: “Futuro? Continuerò a scrivere delle mie emozioni sperando che in molti possano ritrovarsi all’interno di esse”

il

Oggi abbiamo avuto il piacere di intervistare Sentinelli, all’anagrafe Tommaso Sentinelli. “Voglio uscire la notte” è il suo nuovo singolo.

Come ti sei avvicinato alla musica?

Nascendo in una famiglia di musicisti fin da piccolo sono stato a stretto contatto con questo mondo, non posso dire di essermi avvicinato alla musica, l’ho sempre avuta vicino.

Tre aggettivi per definire la tua musica…

Sincera, emotiva e coraggiosa. Sentinelli è il mio cognome, per questo non è un personaggio che si allontana molto da come sono io, l’unica differenza è che con la musica riesco a dire tutto ciò che senza musica non direi o farei fatica a dire.
Sincera ed emotiva si legano un po’ tra di loro, esprimendo le emozioni in modo trasparente nelle mie canzoni, mentre invece coraggiosa perché al giorno d’oggi ci sono molte persone come me, che hanno paura di mettersi a nudo, mostrando i propri sentimenti o le proprie debolezze, ci vuole un certo coraggio per farlo.

Le tue principali esperienze… 

Fino ad ora il concerto più bello che abbia mai fatto è stato dentro la mia cameretta (ride, ndr). Apparte gli scherzi, purtroppo visto anche il periodo storico che stiamo vivendo, non ho ancora avuto modo di fare esperienze come concerti, spero di poterlo fare presto e di poter abbracciare il pubblico senza paura.

“Voglio uscire la notte” è il tuo nuovo singolo. Puoi parlarne?

Il brano nasce e si realizza in poco tempo, annuncio dell’ennesima zona rossa, sconsolato dentro alla mia cameretta inizio a scrivere e dopo due giorni ero già in studio a registrare. Per un momento mi sono sentito un piccolo puntino nell’universo, privato di tutto e con il solo desiderio di tornare a vivere come prima, avevo bisogno di esternare la cosa in qualche modo.

Progetti futuri?

Continuerò a scrivere delle mie emozioni sperando che in molti possano ritrovarsi all’interno di esse, in più mi piacerebbe tanto andare ad Amsterdam.

Cos’è per te… (citando il nostro sito)… “uno spettacolo nel cassetto”?

I sogni nei cassetti cambiano di tanto in tanto, ogni volta che se ne raggiunge uno ecco che ne spunta un altro. Il mio cassetto è sempre un casino, non è mai ordinato e spesso mi ci perdo dentro, il sogno più grande credo sia quello di esibirmi al Circo Massimo di Roma, ma non è facile da trovare, continuerò a cercare nel cassetto ma nel mentre non voglio privarmi di tutti gli altri sogni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...