Charles Muda: fuori il video di “Smettere”

il
Esce il video di “Smettere” di Charles Muda
Il nuovo singolo è uscito lo scorso 25 marzo su tutti i digital stores.

Il video è ambientato in un Cafè, in cui c’è un colpo di fulmine tra Charles Mudae una cameriera. In una dimensione tra sogno e realtà scatta la passione fra i due ma si interrompe bruscamente e l’artista è costretto a cercarla. 
Le immagini curate dalla produzione Kilo, accompagnano con grazia tutti i cambi di ritmo del brano. 

Smettere” è caratterizzata daarrangiamenti densi e infuocati.
Chitarre dal sapore flamenco sostengono costantemente questi pensieri: degli arpeggi solitari esplodono in  in un ritornello ammaliante a cui segue un flow incalzante, che sembra quasi riprodurre i battiti di un cuore in palpitazione. 
Protagonista indiscussa è anche la voce di Charles Muda, roca e struggente, l’ingrediente finale per una ricetta unica da trovare tra le nuove proposte nella scena urban italiana.

Per Charles Muda
“Smettere è un brano che ho scritto con il morale a terra ma con tanta voglia di guardare avanti. Penso che scrivere liberi i pensieri e così ho buttato giù la struttura e l’ho portata avanti. È un pezzo a cui tengo molto, poiché parla di una ragazza a cui tengo molto.
Il brano avrebbe potuto avere il nome “touchè” come torna nel ritornello ma ciò di cui avevo bisogno era “smettere” e andare avanti, con lei come con ogni tipo di dipendenza.”Produzione: Kilo 
Regia e Montaggio: Matteo Tranquilli
D.O.P & Colorist: Gariele Tiddi
Foto: Giulia Caico
Chiara Yan
BIOGRAFIA:
Charles Muda  è il nome d’arte di Carlo Barboni, un classe ’98 cresciuto in giornate assolate di Monteverde a Roma, da genitori che passavano il loro tempo libero suonando o dipingendo. A 12 anni inizia a rappare e tra freestyle e scritte sui muri o sui vagoni dei treni. Intanto nella sua cameretta suona tanti strumenti e ascolta le grandi hit degli anni 2000.  La musica è la sua libertà e per poterci convivere rischia quasi di mollare il liceo per dedicarsi alla finanza online e convertire i suoi ricavi in bitcoin. 
Dopo aver preso il diploma il “Giovane Carlo” (questo è il significato di Charles Muda  in indonesiano) inizia a lavorare alle proprie produzioni.

La sua prima avventura discografica è “POP ART” (2020), un concept EP con cui l’artista ha iniziato a raccontare sé stesso e la sua visione del mondo riattualizzando quel movimento artistico che ha raccontato meglio la società di massa. 
Già da questo lavoro è possibile apprezzare la vivacità e la forza comunicativa di Muda, espressa non solo dalla musica ma anche dalla forza delle immagini e video per un’esperienza totalizzante. 
POP ART” in pochi mesi ha totalizzato dal nulla quasi 90.000 streaming su Spotify e 70.000 visualizzazioni su Youtube, ma soprattutto ha saputo attirare le attenzioni delle maggiori testate giornalistiche del settore. 
Ora Charles Muda è pronto per un nuovo viaggio che continuerà a proiettarlo come una delle proposte più originali nel panorama urban in Italia. 
SEGUI CHARLES MUDA:
Instagram
YoutubeSpotifyPR & Communication: Francesco Violani – 380 3865955 – press.violani@gmail.com

The Orchard: Alessio Radoccia – aradoccia@theorchard.comManagement: giorgiodimario@gmail.comBooking: federico@dnaconcerti.com – www.dnaconcerti.com
“Il rap italiano riparta da Charles Muda” Rockol“Un perfetto intreccio tra linguaggio scritto, musicale e artistico” Rockit“Un debutto con stile” Billboard Italia“Charles Muda. Segnatevi questo nome…” Rapburger” Charles Muda corre velocemente verso l’olimpo degli artisti emergenti più interessanti” Diregiovani“Una bella ventata di aria fresca nella musica attuale” End of A Century

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...