Carola: “”Dimensioni” ha come filo conduttore una profonda introspezione””

Oggi vi presentiamo Carola, all’anagrafe Carola Negro, una cantante pugliese classe ’96. “Dimensioni” è il suo primo EP, uscito l’8 febbraio.

Com’è sbocciata la tua passione per la musica? 

Canto da quando avevo cinque anni. A dire il vero all’inizio fu mia madre ad iscrivermi ad un corso di canto, ma non mi sentivo a mio agio perché mi vergognavo molto a cantare in pubblico da solista. Poi nel tempo le cose sono cambiate: all’età di diciassette anni ho iniziato a rendermi conto di quanto la musica fosse importante per me e di quanto in realtà mi piacesse stare sul palco ed esprimere la mia energia. Ho iniziato ad esibirmi live, a partecipare ad alcuni concorsi… ho iniziato anche a studiare e a scrivere canzoni… ed eccomi qua. 

Le tue principali esperienze in carriera…

Ho partecipato a vari concorsi locali e nazionali, mi sono esibita in molte serate live, nei locali e nelle piazze del Salento. Sicuramente, la mia principale esperienza finora è stata quella di lavorare come cantante sulle navi da crociera: un’avventura che mi ha permesso di crescere artisticamente e non solo, di acquisire sicurezza, di andare oltre i miei limiti e di allargare gli orizzonti musicali. Ci tengo a dire però che ogni esperienza fatta, grande o piccola che sia, mi ha permesso di diventare la persona e l’artista che sono oggi. Ogni live, ogni concorso, ogni provino mi è servito per imparare qualcosa in più. Ogni critica, ogni complimento mi ha resa determinata a raggiungere il mio obiettivo… per questo non ho intenzione di fermarmi. 

“Dimensioni” è il tuo primo ep. Puoi parlarcene? Qual è il suo filo conduttore?

Questo EP è il frutto di un lavoro durato un anno e rappresenta per me un piccolo traguardo, ma anche un nuovo punto di partenza. “Dimensioni” ha come filo conduttore una profonda introspezione, che si rivela sia nelle parole dei brani, sia nel sound. È come se in queste canzoni facessi parlare la mia mente, i miei pensieri, le mie sensazioni. Volevamo far viaggiare gli ascoltatori, appunto, in altre dimensioni, chiudendo gli occhi e lasciandosi trasportare dalla musica. Uso il plurale perché ovviamente non ho lavorato da sola a questo progetto: l’EP è stato prodotto da Klavier, mio ormai fedele compagno di avventure (musicali e non). Sono davvero soddisfatta del risultato e in generale del mio percorso finora, quindi spero che “Dimensioni” piaccia anche al pubblico, perché attraverso questi brani ho voluto far conoscere la parte più vulnerabile di me. 

Che ne pensi della situazione attuale della musica italiana?

Penso che purtroppo oggi in Italia, molto spesso, la musica venga vista più come un prodotto che come una forma d’arte. Di conseguenza, gli artisti si ritrovano a dover rincorrere alcuni canoni dimenticando a volte che la cosa importante è fare musica perché se ne sente il bisogno, non perché si deve. È un discorso troppo lungo per poterlo riassumere in poche righe, ma spero di aver reso il concetto. Detto ciò, sono convinta che la musica italiana abbia ancora tanto da offrire, quindi ben vengano i nuovi generi, le nuove idee, i cambiamenti, le evoluzioni. Spero solo che possa essere data voce a tanti artisti che, come me, rincorrono il proprio sogno. 

Progetti futuri?

C’è già qualche nuovo brano nel cassetto, ma non voglio fare alcun tipo di spoiler. Spero di poter tornare presto a cantare live, perché mi manca esibirmi di fronte ad un pubblico. Vorrei anche avere la possibilità di fare qualche featuring… chissà.

Cos’è per te… (citando il nostro sito) … ”uno spettacolo nel cassetto”?

Uno spettacolo nel cassetto per me è un concerto in cui il pubblico canta insieme a me le mie canzoni. Tipo un sogno nel cassetto. Spero di riuscire a realizzarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...