Djstivo: “Il filo conduttore di “Tranquillo Remix” è l’amore viscerale per la musica”

Oggi vi presentiamo Djstivo un gruppo musicale nato a Ferrara e composto da Riccardo Sindona, Lorenzo Locorotondo, Marco Conti e Pietro Vicentini. Ora stanno già lavorando al prossimo progetto discografico.

Djstivo, com’è nata la vostra band? Perchè questo nome? 

I Djstivo nascono prima di tutto come un gruppo di persone che hanno gusti musicali molto simili e che hanno deciso un giorno di incontrarsi per registrare dei brani in cui potessero sperimentare e definire un suono che li identificasse. Da lì in poi è stato tutto in divenire. 

Perché questo nome? Beh, a parte l’evidente gioco di parole, ci piaceva l’idea di fare della musica fruibile per chiunque, dal musicista tecnico a chi semplicemente vuole godersi la musica in maniera spensierata. Insomma, una musica che risulti facile da “digerire”. 

Le vostre esperienze… 

Come Djstivo abbiamo avuto modo di suonare in svariati contesti: dal club, al festival, al baretto di provincia. Nel 2020 è stato chiaramente impossibile fare concerti, a causa della pandemia, ma non ci siamo scoraggiati. Ci siamo rimboccati le maniche e proprio in quel periodo siamo riusciti a trovare un’etichetta, la Totally Imported, che credesse in noi. Abbiamo così pubblicato il nostro primo EP nel luglio 2020 e registrato diverse live session da allora ad oggi. 

“Tranquillo Remix”, qual è la sua genesi? Qual è il filo conduttore? 

“Tranquillo Remix” nasce dalla voglia di collaborare con diversi artisti e producer che stimiamo e con cui da tempo volevamo collaborare. Abbiamo quindi preso la palla al balzo e approfittato di questo “remix” per poter finalmente collaborare con loro, ed è stato fantastico! Nonostante con alcuni non ci fossimo, e ancora ad oggi non ci siamo mai visti, la sintonia è stata immediata e siamo riusciti a concludere il lavoro nella maniera migliore possibile, secondo noi. 

Il filo conduttore è sempre l’amore viscerale per la musica, in quanto libera espressione del proprio essere. Tutti gli artisti che hanno partecipato sono riusciti a mettere il proprio tocco personale in ogni brano del disco, riuscendo a rielaborare tutto da una prospettiva diversa.

Progetti in cantiere? 

Stiamo lavorando a nuove produzioni per un futuro album, sperando chiaramente stavolta di poterlo presentare live! 

Cos’è per te… (citando il nostro sito) …”uno spettacolo nel cassetto”? 

Beh vista la situazione che stiamo attraversando, “uno spettacolo nel cassetto” non può essere altro che tornare a fare spettacolo davanti ad un pubblico. Le emozioni che si provano su un palco non sono paragonabili a nessun live in streaming. Suonare live per noi è tutto, e immaginare un mondo senza spettacoli significa vivere in un mondo più povero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...