Gianni Costanzo: “”Sette” è un album che descrive tutte le diverse sfaccettature dell’amore”

il

Oggi abbiamo avuto il piacere di intervistare il cantautore Gianni Costanzo. Le sue più grandi passioni? La scienza e la musica. “Sette” è il suo primo album.

Chi ti ha trasmesso la passione per la musica?

Ascolto musica sin da bambino grazie anche alla passione dei miei genitori. Grazie a loro mi sono avvicinato ad ogni genere musicale e credo che anche per questo oggi mi piaccia spaziare da un genere all’altro. Con il tempo, è cresciuta e maturata soprattutto la passione per il jazz, il blues ed il soul.

Le tue esperienze principali in carriera…

Tra le prime esperienze importanti c’è sicuramente la partecipazione al XVII Orsara Jazz Festival, durante il quale ho avuto la fortuna di partecipare allo stage della Maestra Anna Lisa Kirby. Successivamente alla partecipazione ed al raggiungimento delle semifinali dei concorsi di canto nazionali “Musicae’” e “Tour Music Fest”, molto significativo, per me,  è stato il concerto nel quale ho cantato al fianco di Andrea Infusino al contrabbasso e Danilo Blaiotta al pianoforte. Infine, molto importanti sono state le collaborazioni per il lavoro al disco “Sette”. Tra queste, ci sono sicuramente quelle con il Maestro Antonio De Luise e la Maestra Rosa Martirano. 

Puoi raccontarci “Sette”, il tuo primo disco?

L’album “Sette” da cui è estratto il singolo, è interamente dedicato all’amore e ne descrive le diverse sfaccettature e forme: dall’amore per la vita a quello per la propria terra, da quello che è più forte di qualsiasi paura a quello tradito fino all’amore messo alla prova dal passare del tempo. L’album vanta importanti collaborazioni, di cui sono profondamente orgoglioso, e verrà pubblicato la prossima primavera.

“Penso ancora a te” è il tuo nuovo singolo. Quale messaggio vuoi lanciare?

“Penso ancora a te” nasce dall’amore per l’amore, per i sentimenti puri, quelli in grado di superare ogni ostacolo ed anche i limiti personali. Il brano parla di un amore tanto forte da conquistare anche chi vuole rimanerne distante. Il brano, più in generale, è anche un invito al coraggio ed alla scoperta.

Progetti ai quali stai lavorando?

Sono già al lavoro sul secondo album e spero di iniziare presto il lavoro in studio. Nuove collaborazioni, nuove idee si stanno rivelando particolarmente stimolanti e formative.

Un artista che ami particolarmente…

Un grande peso nella passione per il jazz l’hanno avuto la scoperta, l’ascolto e lo studio di grandissimi artisti come Nat King Cole, Bobby McFerrin, Tony Bennett, Ella Fitzgerald, Kurt Elling e Gregory Porter . Tra questi, negli ultimi anni sto seguendo con attenzione e passione soprattutto Kurt Elling.

Cos’è per te… (citando il nostro sito) …”uno spettacolo nel cassetto”?

“Spettacolo” mi fa venire in mente un concerto e “cassetto” un sogno. Perciò, direi che il mio “spettacolo nel cassetto” è un concetto da cantautore in un importante teatro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...