Ego: “Penso di essere nato per la trap. Sogno di vivere di musica”

Oggi abbiamo avuto il piacere di intervistare un giovane artista emergente, Ego. Ci ha presentato il suo brano “Fiori” e ci ha svelato i suoi sogni più grandi.

Ego, come mai questo nome d’arte?

Ego significa letteralmente “io”, rappresenta la propria persona e quindi in particolare il mio carattere. Per quanto possa essere facile capire il suo significato in realtà nasconde tante sfaccettature che la rendono misteriosa e complessa, proprio come alcuni tra i  miei atteggiamenti.

Come ti sei avvicinato al mondo musicale? Chi ti ha trasmesso questa passione?

Mi sono avvicinato alla trap quando avevo circa 15 anni, iniziai a scrivere i miei primi testi senza alcun obiettivo, solo per puro divertimento. Con il passare del tempo capii che in realtà stava diventando una vera e propria passione. Molte volte penso di essere nato proprio per questo, non riesco a vedermi in un futuro diverso, mi sento di essere pronto e soprattutto capace di portare avanti questo sogno per arrivare in alto.

“Fiori” è il tuo nuovo singolo, vuoi parlarcene? 

“Fiori” è stata una di quelle canzoni che nascono per puro caso, avevo appena finito di registrare “Vieni Qua”, il mio penultimo singolo, e il mio producer (BLSSD) iniziò a buttare delle idee per un prossimo beat. Capii subito che dovevo prendere le note del telefono per buttare qualche idea, mi sentivo contento ed ispirato e sapevo sarebbe uscita una hit. Sin dall’inizio avevo ben centrato le tematiche di cui avrei voluto parlare, principalmente dei miei piaceri della vita, contrastati anche da litigi. Il mood dell’instrumental mi portava in un’atmosfera spensierata e quindi ho cercato di riportare le mie sensazioni nella canzone, tramite il testo e i vari flow che ho utilizzato.

Se potessi scegliere un artista con il quale duettare, che nome faresti?

Il mio trapper preferito è Travis Scott, quindi di conseguenza il mio featuring dei sogni sarebbe proprio con lui. Ho scoperto la sua esistenza dall’uscita di “Antidote”, da quel momento mi innamorai subito di questo artista. Sin dagli inizi la sua musica è diventata fonte di ispirazione per me e lo è tutt’ora.

Un sogno…

Il sogno che coltivo da ormai quattro anni è proprio quello di vivere di musica. Voglio poter girare il mondo grazie a questo lavoro, conoscere persone diverse, collaborare con grandi artisti e farmi conoscere anche al di fuori dell’Italia.

Cos’è per te … (citando il nostro sito) … “uno spettacolo nel cassetto”?

Il mio “spettacolo nel cassetto” si ricollega al mio sogno, ed è quello di cantare ad un futuro Rolling Loud.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...