Reverendo Secret: “Italia’s Got Talent mi ha aperto le porte del mondo. Sto lavorando a nuovi progetti”

Reverendo Secret, all’anagrafe Michele Lattanzio è un eclettico cantautore ha partecipato ad Italia’s Got Talent nel 2016 dove ha improvvisato delle canzoni con le parole date dal pubblico, impressionando l’intera giuria. Considerato da molte persone un astro nascente del panorama nazionale e non solo, un vero e proprio genio della nostra epoca. Abbiamo avuto il piacere di fare quatto chiacchiere con lui per scavare nella sua interiorità e nelle sue esperienze.

Come hai scelto il tuo nome d’arte? 

Il mio nome d’arte ha origini antiche, risale a intuizioni alchemiche facenti parte ad illuminarmi massoni del ‘400 registrate nell’Illuminismo italiano del 1697 in un ramo nobiliare – aristocratico del tempo dicasi famiglia del Principato di San Severo – Caracciolo di cui fece parte l’illustre figura del principe Raimondo De Sangro, mistero fascino e poesia del nuovo millennio.

Puoi raccontarci le tappe principali del tuo percorso artistico?

Le tappe principali si dividono in tre fasi fondamentali: infanzia e l’adolescenza nella quale evidenzia uno spiccato senso della leggerezza e della semplicità con la quale scrivo testi e musiche centrate su favole oniriche; la gioventù con il respiro epico e di crescita artistica in tutte le forme mistiche e occulte fino ad arrivare allo stato attuale con un bagaglio maturo e visionario dell’essenza stessa del mio creato.

Nel 2016 hai incontrato il grande pubblico ad “Italia’s Got Talent”. Che ricordi conservi di quell’esperienza? Quanto ti ha insegnato?

Mi ha aperto le porte del mondo, era necessario comunicare la mia interiorità ed ho avuto notorietà ma questo non mi ha cambiato. I talent ti fanno crescere se li fai crescere tu, non ti cambiano la vita, ma ti danno una direzione, ringrazio Italia’s Got Talent per questa opportunità.

Un aneddoto relativo alla tua carriera artistica…

Una volta camminavo per la strada ed ero in un posto, in realtà ero in un altro luogo, anche se non credi mai di essere qualcuno alla fine lo sei sempre.

“Per Te” è il tuo ultimo singolo, com’è nato questo brano? A chi ti sei ispirato?

Il mio primo pensiero è rivolto alla mia manager Amanda Archetti di Silk Gift Milan con i suoi occhi ha dato un senso alla vita di molte persone, poi il senso compiuto del brano è la ricerca di Dio, particolarmente evidente in diverse parti della canzone. I significati possono essere diversi, il pezzo dà contenuti vari che danno diverse visioni a voi lo scegliere la vostra.

Stai lavorando ad un album? Progetti in cantiere?

Stiamo lavorando a cose nuove, le novità si lasciano sempre desiderare, lo sguardo verso il futuro nell’inerzia del presente.

Cos’è per te… (citando il nostro sito) …”uno spettacolo nel cassetto”?

E’ la cordialità e la professionalità in esperienze interiori attraverso le quali si può emozionare… questo sembra il giusto senso del contesto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: