Santi e Mati: “”Ci Vediamo Domani”, che risultato sorprendente! Sogniamo un tour in giro per l’Italia”

Oggi andiamo a scoprire due giovani talenti, Emiliano e Samuele Micarelli in arte “Santi e Mati”. Ai nostri microfoni abbiamo avuto “Mati”, il quale ci ha raccontato la grande passione per la musica e che cosa li ha spinti a pubblicare il loro primo singolo “Ci Vediamo Domani”. Una ricca chiacchierata, lasciando spazio a progetti futuri e sogni.

“Santi e Mati”, come mai avete scelto questi nomi d’arte?

“Santi e Mati” sono stati scelti completamente a caso, l’ha scelto prima mio fratello Emiliano (Santi) e poi di conseguenza io (Mati).

Come vi siete avvicinati al mondo musicale? E perchè al genere rap? Chi di voi due è quello più “patito” di musica?

Ci siamo avvicinati al mondo musicale perchè fondamentalmente la musica ci piace, essendo ragazzi è comunque parte della nostra vita, sicuramente ce l’hanno trasmessa anche i nostri genitori. Al genere rap invece attraverso un amico che ci ha fatto sentire un pezzo. Inizialmente non ci piaceva a dire la verità, poi mio fratello si è avvicinato di più ed alla fine anch’io. È stata una cosa progressiva dai 15-16 anni in poi. Ora ci stiamo un po’ allontanando da questi generi. Entrambi siamo “patiti” di musica, viviamo gran parte della giornata in mezzo ad essa.

Ci potete raccontare com’è nata e che cosa volete trasmettere con la canzone “Ci Vediamo Domani”?

È nata perchè avevamo voglia di realizzare un brano ufficiale dopo le cose pubblicate sui social network, delle strofe su un minuto di base già famose. Dati i riscontri positivi avuti da queste piccole cose abbiamo deciso di fare un pezzo diverso da quello già portato. “Ci Vediamo Domani” è molto più pop. Esso parla dell’amore vissuto da due ragazzi della nostra età quindi con le sfumature che può avere una relazione di 19-20 anni. Si tratta comunque di un pezzo estivo.

Il video del brano è piuttosto particolare, chi ha avuto quest’idea?

Ringraziamo Fabio Pergolesi che l’ha girato, ha fatto un gran bel lavoro. Abbiamo ricevuto molti complimenti pur essendo un video riarrangiato perchè siamo arrivati stretti con i tempi, non era stato concepito così. Il video è composto da delle immagini girate da Fabio in due location, una al lunapark di Civitanova Marche, decisa sul momento, e l’altra su un tetto. Esse si alternano a delle immagini riprese da me e da mio fratello nelle zone che noi viviamo tutti i giorni, quasi tutte quindi a Camerino. Ci piaceva l’idea di alternare foto professionali a quelle più amatoriali, pensavamo che quest’ultime arrivassero di più alla gente che l’ascolta perchè sono tratte dalla vita quotidiana.

A poco più di 20 giorni dalla pubblicazione, “Ci Vediamo Domani” ha raggiunto su YouTube oltre 114.000 visualizzazioni, ve lo sareste mai aspettato tutto questo successo?

Per nostra scelta l’abbiamo messo prima su YouTube, non ci aspettavamo nemmeno lontanamente questo successo. Le nostre ipotesi erano tanto distanti, siamo quindi super contenti, risultato davvero sorprendente.

Avete ricevuto anche i complimenti da “Random”…

Sì tramite Instagram abbiamo ricevuto i complimenti, siamo stati davvero felici, è un artista che stimiamo.

L’emozione della prima volta sul palco del “Phoenix Festival”…

Il concerto è stato bello, eravamo molto carichi prima e sono tuttora contento se ci penso nonostante lì ci sono stati dei problemi legati al microfono delle nostre voci che hanno un po’ penalizzato la performance. Non eravamo per nulla felici di questo ma è stato compensato dal fatto che la gente che era lì cantava, era partecipe e presa dalla canzone.

Avete in programma per il futuro qualche altra canzone o la produzione di un album? State già lavorando a qualche progetto? 

Sicuramente continuiamo, abbiamo in programma altre canzoni. È prestissimo invece per parlare di un album perchè credo bisogni essere più maturi artisticamente. Stiamo già lavorando a nuovi progetti.

Con chi sognate di collaborare?

Se devo farti dei nomi che sono dei sogni, direi Bad Bunny, Rosalia e Marracash. Ci piacciono anche gli Psychology conosciuti al Phoenix ed infatti abbiamo aperto il loro concerto ed anche Franco126 e VillaBanks.

Cos’è per voi… citando il nostro sito… “uno spettacolo nel cassetto”?

Ora ti direi un tour in giro per l’Italia, è questo il nostro sogno. Uno spettacolo? Tornare il prossimo anno al Phoenix ma in altre vesti, ribaltando la situazione, arrivando con molte altre canzoni, altro seguito di persone, tutto più in grande. Sarebbe una grande soddisfazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: